• Ritubatura di scambiatori di calore,
    condensatori, chiller, steam boilers, etc.

  • Mandrinatura elettronica e pneumatica
    con rilascio di certificazioni

  • Fornitura e montaggio di forcelle antivibranti su tubi in corrispondenza dell’ingresso vapore

  • Riparazioni piastre tubiere

  • Verifiche e controlli NDT
    fasci tubieri
 







  • Pulizia interna di tubi,
    idrodinamica e meccanica


  • Montaggi meccanici

  • Prefabbricazione e montaggio di
    scambiatori di calore e caldaie
    a vapore

  • Fornitura di tubi nuovi per
    scambiatori di calore “normalizzati”
    o "solubilizzati”: Acciaio al carbonio, Acciaio inox, Rame, Allbrass, Cupronikel, Titanio
 

 

 

 

LA MANDRINATURA

Una delle attività fondamentali durante la sostituzione dei fasci tubieri è la mandrinatura.

Un tubo è correttamente mandrinato quando è sollecitato oltre il suo carico di snervamento, ma non oltre il suo carico di rottura e la relativa piastra tubiera non è sollecitata oltre il suo carico di snervamento.

La procedura dovrà prevedere sostanzialmente una mandrinatura uniforme da un capo all’altro della porzione mandrinata del tubo senza solcatura sulla porzione mandrinata.

La mandrinatura ottimale deve essere eseguita in un’unica soluzione.

La percentuale di schiacciamento è stabilita da costruttore oppure direttamente dalla nostra
Azienda sulla base di prove eseguite sul simulacro in cui si definiscono i carichi di sfilaggio ed i valori di coppia torcente.

 

 



Legenda:

K = % di assottigliamento
dello spessore del tubo
s = spessore del tubo
prima della mandrinatura
D = Diametro del foro
della piastra tubiera
d = Diametro esterno del tubo
T = Diametro interno del tubo
dopo la mandrinatura
t = diametro interno del tubo
prima della mandrinatura







 
powered by nerocumino © - tutti i diritti sono riservati